Tu sei qui

Dalle Delegazioni

Delegazione Biella - consegna Premio "Dino Villani"

19 Novembre 2022, Oropa

  • Presentazione dei Mucroncini da parte di Simone Russo
  • I Mucroncini
  • La Delegata Marialuisa Bertotto consegna il Premio Villani a Simone Russo

La Delegazione ha proposto l’assegnazione del Premio Dino Villani 2022 ad un prodotto caro alla memoria di molti Biellesi: i biscotti Mucroncini dello storico Caffè Deiro del Santuario di Oropa. I biscotti prendono il nome dal monte che sovrasta la conca di Oropa, il Monte Mucrone, appunto. La ricetta di questi biscotti risale all'inizio del secolo scorso grazie ad un pasticcere di Biella che forniva il caffè con i suoi prodotti ed è arrivata a noi grazie all'intraprendenza del nuovo titolare del locale, Simone Russo. Simone è un giovane ventenne che ha portato avanti la tradizione con entusiasmo. Nei mesi freddi il Caffè Deiro era famoso per la cioccolata calda con panna accompagnata da dolci vari come i Mucroncini, doppi biscotti morbidi alla nocciola IGP Piemonte accoppiati con ganache di cioccolato fondente piemontese e granella di nocciola all'esterno.

Delegazione Cosenza - convegno e consegna Premi

19 Novembre 2022, Cosenza

“Gli ingredienti della cucina di territorio per la salute delle persone e la tutela del pianeta”, è il tema scelto dalla Delegazione cosentina per l’iniziativa che si è tenuta sabato 19 novembre nella “Sala degli Specchi” della Provincia di Cosenza (foto 1). L’evento, molto partecipato (foto 2), ha richiamato le iniziative mondiali della VII settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Particolarmente coinvolgente il momento della consegna dei premi assegnati per il 2022 ad Antonio Biafora del ristorante Hyle con il “Diploma di Cucina Eccellente”; il premio "Giovanni Nuvoletti” a Francesca De Marco del ristorante 87Cento; il premio “Dino Villani” al produttore Stefano Renzelli per la “Varchiglia di Cosenza” ed il premio “Massimo Alberini” a Mario Grillo per l'esercizio commerciale Fattoria Biò. Apprezzamenti unanimi da parte delle autorità intervenute per le attività dell’Accademia, così come per la qualità degli interventi degli chef relatori Luca ed Antonio Abbruzzino, Nicola Annunziata, Antonio Biafora, Nino Rossi e Riccardo Sculli, con il botanico Carmine Lupia, sotto lo stimolo del giornalista Carlo Passera (foto 3 con premiati e Consultori della Delegazione). A chiusura dei lavori, una degustazione dei prodotti di territorio a cura degli allievi dell’IIS Mancini-Tommasi di Cosenza guidato dalla dirigente Graziella Cammalleri (in foto 4 con il Prefetto).

VII SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Osaka e Kansai

18 Novembre 2022, Osaka

  • I piatti premiati in successione
  • Il Legato Santi Formiconi, il Console generale Marco Prencipe e il vincitore Giovanni Dal Bosco
  • Al centro il Legato con i tre vincitori
  • Un momento della serata

Nella cornice della cena organizzata dal Consolato Italiano di Osaka per la VII SCIM presso il ristorante Atmos (Conrad Hotel) di Osaka, si è svolta la premiazione ufficiale del concorso “Il piatto di ispirazione italiana, sostenibile e salutare” organizzato dalla Legazione di Osaka e del Kansai. Il concorso è stato proposto a oltre 150 cuochi di ispirazioni italiana residenti nell’area del Kansai e, tra tutti i partecipanti, la giuria composta dagli Accademici della Legazione, ha selezionato le migliori tre ricette presentate dai tre cuochi premiati dal Console Generale Italiano ad Osaka Marco Prencipe e dal Legato di Osaka e del Kansai Francesco Santi Formiconi. Il vincitore del concorso è stato lo chef Giovanni dal Bosco, titolare del ristorante Dal Chef's Table di Tanabe con la ricetta “Tortelli di Zucca Umeretto con salsa crema alle erbe”, seguito dallo chef Maurizio Roberti, titolare del ristorante Forno Italico ad Izumi con la ricetta “Gnocchi Cacio e Pepe all'ortolana autunnale” e dallo chef Alessio Taffarello del Ristorante Garden Giovanni di Shirahama con la ricetta “Tachiuo (pesce spatola in lingua giapponese) al beccafico moderno”. I circa cento invitati all’evento di premiazione hanno potuto conoscere e scambiare opinioni con i 3 cuochi premiati ed il concorso, il primo organizzato dalla Legazione di Osaka e del Kansai, nata solo nel 2021, è stato un bel successo che ha attirato anche l’attenzione della stampa locale.

Delegazione di Pescara - evento conviviale

17 Novembre 2022, Spoltore

La conviviale di novembre si è tenuta all’osteria “La Corte” in località Spoltore. Tema della serata “la cucina bolognese”; relatrice la Delegata di Bologna Cristina Bragaglia (foto 1) che ha raccontato, con ricchezza di particolari, la storia e le peculiarità gastronomiche della cucina bolognese, dai tortellini in brodo, alla mortadella, alle lasagne e poi le tagliatelle al ragù, le crescentine, le cotolette petroniane e il bollito, capisaldi del gusto della capitale emiliana. Protagonista assoluta della serata è stata la Simposiarca Lorisa Ravaglia, bolognese d’origine ed Accademica di Pescara (foto 2). Il menu proposto è stato realizzato con prodotti rigorosamente del territorio emiliano: per iniziare spuma di mortadella e parmigiano reggiano; a seguire tortellini in brodo; quindi tagliatelle al ragù (foto 3) e bollito misto delle 7 carni con mostarda e contorni di purea e di friggione (foto 4). Per chiudere, il dolce fiordilatte. I vini rigorosamente emiliani dal Lambrusco al Barbera Bolognese. Un’esperienza davvero straordinaria per la qualità dei prodotti e dei piatti e per l'atmosfera serena e compiaciuta di tutti gli Accademici presenti.

Delegazione Cesena - riunione conviviale

16 Novembre 2022, San Carlo di Cesena

  • Panoramica della sala
  • Menu
  • Piatti
  • Consegna guidoncino

Riunione conviviale di novembre presso l’Agriturismo Casacarella, in località San Carlo di Cesena, una bella casa rurale completamente ristrutturata dove il gestore Lucio Lucchi, dopo un lungo periodo di chiusura, ha riaperto la sua storica attività. Cucina casalinga con piatti della tradizione, preparati con cura e sapiente uso delle materie prime del territorio. Le tagliatelle al ragù di carne e piselli e i tortelli di zucca e patate ai funghi porcini, così come gli arrosti di galletto, coniglio e stinco di maiale hanno riscosso il pieno gradimento degli Accademici e dei loro ospiti. Al termine della serata, molto allegra e partecipata, il Delegato Claudio Cavani, insieme al Simposiarca Oreste Di Giacomo, ha consegnato al titolare e allo staff di cucina il guidoncino della Delegazione.

Delegazione Chieti - convegno

15 Novembre 2022, Chieti

Voci autorevoli del mondo dell'informazione - l'ex segretario nazionale della FNSI, Franco Siddi, e l'attuale direttore di Tv2000, Vincenzo Morgante - e dell'Accademia - il Vice Presidente vicario Mimmo D'Alessio e il componente del CSFM Leonardo Seghetti - si sono confrontate lo scorso 15 novembre presso la sala di rappresentanza della prefettura di Chieti sul tema "Schermo piatto: la cucina in tv". Il convegno, organizzato dalla Delegazione di Chieti con l'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo, ha fatto il punto sulle tante ambivalenze, spesso contraddittorie, della presenza della gastronomia nei principali canali televisivi italiani, nei quali il ruolo dei giornalisti per una corretta informazione sul cibo è essenziale. Il dibattito, a cui ha partecipato il presidente dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo, Stefano Pallotta, e il consigliere Daniele Imperiale, è stato moderato da Maurizio Adezio, DCST dell'Abruzzo. Il Delegato di Chieti, Nicola D’Auria, ha sottolineato come "essere Accademici significa monitorare con pazienza e costanza tutte le espressioni della gastronomia, specialmente quelle più popolari. Purtroppo non tutto quello che passa in tv è filologicamente e gastronomicamente corretto e per questo il confronto con i mediatori per eccellenza delle notizie con il pubblico, i giornalisti, è stato proficuo e foriero di successivo approfondimento". Foto 1. I saluti del Prefetto. Foto 2. I saluti del Presidente dell'Ordine dei Giornalisti. Foto 3. L'intervento dei relatori Siddi e Morgante. Foto 4. I relatori.

VII SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Washington D.C.

15 Novembre 2022, Washington D.C.

La Legata Maby Palmisano di Washington D.C. ha organizzato un evento in occasione della VII edizione della SCIM presso il locale "Via Roma Pizzeria". L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’Ufficio Affari Economici, Commerciali e Scientifici dell’Ambasciata Italiana a Washington, in particolare grazie al contributo della dottoressa Beatrice Ciorba, attaché AGRIFOOD. Alla cena hanno preso parte Accademici, funzionari di Ambasciata tra cui il cons. Edoardo Napoli e tutto l’ufficio Affari Economici, Commerciali, e Scientifici; la dottoressa Paola Agresta, coordinatrice Affari Amministrativi dell’Ambasciata e altre figure di spicco della cultura e scienza di Washington DC. Lo chef Tonino Topolino ha descritto i piatti ed il menu gustoso, tradizionale e al contempo innovativo, che ha seguito il tema della Settimana. Insieme al proprietario Biagio Cepollaro ha poi raccontato come è nata l’idea di portare la Pinsa a Washington D.C. e di come la pizzeria, proprio nella stessa giornata dell’evento accademico, sia entrata a far parte dell’associazione internazionale della Pinsa Romana originale al #192. La serata è stata molto piacevole: la zuppa, tre pinse e il pollo, così come i bomboloni alla nutella, sono tutti stati accolti da grandi applausi.

Delegazione Ragusa - consegna Premi

11 Novembre 2022, Ragusa

Suggestiva e sobria manifestazione della Delegazione di Ragusa dell'Accademia Italiana della Cucina in Prefettura grazie alla gentile disponibilità del Prefetto Ranieri. Alla presenza di autorità civili e militari, presenti il Sindaco di Ragusa e quello di Chiaramonte Gulfi, si è svolta la consegna dei premi accademici assegnati quest'anno. Il premio Dino Villani è andato a Salvatore La Terra del Ristorante Majore per la "Gelatina tradizionale di maiale" mentre il Premio Massimo Alberini è stato appannaggio della Ditta Di Pasquale Formaggi, affinatore di Ragusano dop. Hanno consegnato i premi i Sindaci dei due comuni unitamente al Prefetto e al Delegato Vittorio Sartorio. Il Delegato ha presentato l’Accademia con un excursus storico di questa Istituzione Culturale della Repubblica Italiana. Al termine della cerimonia, gli assegnatari dei premi unitamente ai vincitori degli anni scorsi hanno allestito un desco con i propri prodotti di eccellenza per una piccola degustazione. Estremamente gradita dagli intervenuti questa pausa gastronomica che ha permesso di degustare eccellenze di un territorio votato come pochi altri alla enogastronomia.

Delegazione Macerata - consegna Premio "Massimo Alberini" e riunione conviviale

6 Novembre 2022, Montecosaro

La cerimonia organizzata dalla Delegazione di Macerata per la consegna del Premio “Massimo Alberini” all’azienda Sigi di Macerata si è svolta in un ristorante storico, il “Due Cigni” di Montecosaro. L’Assessore alla cultura del Comune di Macerata, Katiuscia Cassetta, in rappresentanza del Sindaco, e la prof.ssa Lina Caraceni, in rappresentanza del rettore dell’Ateneo maceratese, hanno portato il saluto delle rispettive istituzioni. Altrettanto hanno fatto il Presidente della Confartigianato di Macerata-Fermo e Ascoli, Enzo Mengoni, il Presidente dell’Associazione “Il paesaggio dell’eccellenza”, Domenico Guzzini, il Direttore della Coldiretti, Giordano Nasini, e tutte le altre autorità presenti. Il saluto dell’Accademia è stato portato dal CT Marche e Delegato di Ancona, Sandro Marani (foto 1), intervenuto insieme ai Delegati di Fermo e di Ascoli. Il Premio è stato consegnato al titolare Silvano Buccolini dal Delegato di Macerata, Ugo Bellesi (foto 2), che si è complimentato con l’azienda per i risultati raggiunti in questi anni. La manifestazione si è conclusa con una riunione conviviale a base di piatti della tradizione.

Delegazione Sulmona - consegna Premio Dino Villani

5 Novembre 2022, Scanno

Consegnato a Scanno il Premio "Dino Villani" assegnato al Formaggio Gregoriano dell'Azienda Rotolo. La cerimonia è avvenuta alla presenza del Sindaco Giovanni Mastrogiovanni, delle autorità e di un numeroso pubblico di Accademici e ospiti. Un momento accademico veramente importante e significativo. Foto 1. Il Delegato Giovanni Maria D'Amario introduce i relatori: la Vice Delegata Maria Carmela Petrucci, l'Accademico Gianvincenzo D'Andrea, Il Sindaco Giovanni Mastrogiovanni, il veterinario Luca Farina. Foto 2. Consegna del Premio alla signora Maria Rosaria Rotolo. Foto 3. Foto della sala.

CENA ECUMENICA 2022 - Agrigento

20 Ottobre 2022, Agrigento

Gli Accademici agrigentini si sono incontrati per celebrate la cena ecumenica 2022 presso l’Agriturismo il Passo dei Briganti, gestito da Mauro Palumbo. Ha fatto gli onori di casa il delegato Claudio Barba mentre l’accademica Letizia Pace (foto 1) ha intrattenuto gli Accademici sul tema dell’anno “La Tavola del Contadino. Il campo il cortile la stalla nella cucina della tradizione regionale”. Nella breve ma corposa esposizione si è soffermata, in particolar modo, sulla diversità della tavola tra quella dei signori e padroni da quella del contadino, ricca ed abbondante la prima, povera e parca la seconda. Il contadino interpretava in maniera povera la cucina del signore, quest’ultimo, invece, geloso delle proprie pietanze, le nascondeva al contadino da cui il detto “al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”. È seguita la cena sapientemente preparata dallo chef Roberto Salerno, molto apprezzate la selezione dei vini proposte dal sommelier Calogero Trupia che accompagnava le singole pietanze.

CENA ECUMENICA 2022 - Alto Vicentino

20 Ottobre 2022, Recoaro Terme

  • Delegato con il Preside prof. Chilese, Prof. Fanton di cucina e prof. Rasia-Dani Alberghiero
  •  consegna Premio M. Alberini 2022
  • consegna Premio G. Nuvoletti 2022
  • I piatti proposti

Cena ecumenica della Delegazione dell’Alto Vicentino presso il Ristorante Didattico Artusi dell’Istituto Alberghiero IPSSAR “P. Artusi” di Recoaro Terme con la partecipazione di due classi, una per la cucina e una per la sala, accompagnate dai loro insegnanti. Il Delegato, Simposiarca per l’occasione, ha predisposto uno studio sulla cucina dedicata al tema dell’anno suddiviso in tre parti: orti, cortile e stalla. Ha poi introdotto la serata, parlando, fra l’altro, dell’importanza nel Veneto della Villa, così come era stata progettata da Andrea Palladio per le esigenze agricole ed orticole. Alla fine ha descritto i piatti proposti con i vini abbinati. In questa particolare occasione è stato consegnato alla signora Alessandra Cosmo, titolare della Pasticceria Cosmo di Valdagno, il Premio Massimo Alberini e al dott. Claudio Rancan, Presidente della Fondazione CFP di Trissino, il Premio Giovanni Nuvoletti. A fine serata, ringraziamenti e complimenti per la buona riuscita dell'evento ai ragazzi della scuola, la brigata di cucina e di sala a ai loro insegnanti e professori.

CENA ECUMENICA 2022 - Aosta

20 Ottobre 2022, Gignod

La cena ecumenica della Delegazione di Aosta si è svolta alla Locanda La Clusaz di Gignod con Simposiarca il DCST Valle d’Aosta Emiro Marcoz e relatori il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio (in foto con il Delegato Andrea Nicola) e l’agrotecnico Diego Bovard.

CENA ECUMENICA 2022 - Ascoli Piceno

20 Ottobre 2022, Comunanza

  • Il Delegato con alcune Accademiche
  • Ospiti e Accademici

Il Simposiarca Sergio Remoli ha proposto, per la cena ecumenica 2022, il ristorante “Da Roverino” di Peppe Cutini (Comunanza-AP). La chef Romina Di Fabio ha dato il meglio di sé nel preparare le succulente portate selezionate in aderenza al tema dell’anno, ottenendo incondizionato ed unanime apprezzamento da parte di tutti gli Accademici e ospiti intervenuti. Molto graditi, tra gli altri, oltre alle “pappardelle al sugo di papera muta”, il “piccione in tegame con le olive nuove” ed il “coniglio ‘ncip e ‘nciap”, ma su tutte le altre portate è stato piacevolmente assaporato l’uovo in trippa, così chiamato perché assomiglia molto, visivamente, alla trippa. Interessante intervento del prof. Francesco Galiffa, letterato, studioso e ricercatore di storia ed antropologia, che ha intrattenuto i commensali sulla vita contadina ma dissertando anche sul menù prescelto. Molto gradito l’abbinamento dei vini con le pietanze servite.

CENA ECUMENICA 2022 - Biella

20 Ottobre 2022, Sagliano

  • Giorgio Lozia mentre illustra il tema della serata
  • Ringraziamenti alla fam. Finco, Andrea, Valeria e Monica
  • Antipasto e dolce

Cena ecumenica della Delegazione di Biella all’agriturismo “Ca’ d’Andrei” di Sagliano per l’attività di contadini e allevatori di bestiame, capre in particolare, della famiglia Finco. L’azienda è famosa nel biellese per la produzione di formaggi caprini a latte crudo anche se alleva altri animali come bovini e maiali per la produzione di salumi. Andrea e Monica hanno appositamente aperto la loro struttura per accogliere gli Accademici. Monica ha creato un menu seguendo il tema ed attingendo ai prodotti della loro azienda a conduzione familiare. È stata rispettata la stagionalità, la tradizione locale e la genuinità delle materie prime utilizzate. Grande apprezzamento per ogni singolo piatto, partendo dall’antipasto con salumi, formaggi accompagnati da una crespella di broccoli e noci e da uno sformato di verza e castagne. A seguire delle succulente tagliatelle condite con crema di zucca e pancetta croccante e per finire la capra stufata. Serata allietata da una brillante dissertazione sul tema della cena del membro del CST, Giorgio Lozia.

CENA ECUMENICA 2022 - Budapest

20 Ottobre 2022, Budapest

Celebrata al ristorante Krizia la Conviviale Ecumenica della Delegazione di Budapest. Il tema del convivio, vasto e complesso, "La tavola del contadino. Il campo, il cortile, la stalla nella cucina della tradizione regionale", non poteva non suscitare la curiosità e l’interesse degli Accademici, convenuti in numero significativo a questo importante evento (foto 1). Il menu, concordato con il Delegato Michele Fasciano in qualità di Simposiarca, ha espresso appieno le riconosciute capacità dello chef Graziano Cattaneo che per l’occasione ha utilizzato alcuni prodotti coltivati ed allevati nella sua casa di campagna (foto 2 Delegato consegna pubblicazioni e piatto dell'anno allo chef Cattaneo). La combinazione di gusti e sapori è stata veramente intrigante suscitando l’unanime giudizio di apprezzamento. Il Delegato onorario Alberto Tibaldi (foto 3) ha tenuto una interessante relazione sul significato del tema scelto per la Ecumenica.

CENA ECUMENICA 2022 - Campobasso

20 Ottobre 2022, Campobasso

La cena ecumenica di Campobasso si è tenuta all'Osteria28, un ristorante del centro cittadino visitato per la prima volta dalla Delegazione. Un locale accogliente, dalle pareti in pietra, le alte volte a botte e le luci diffuse, guidato da Mariano Di Tota, un ristoratore giovane e molto esperto il quale ha collaborato con generosità ed entusiasmo alla preparazione della sala e del menu. Dopo una relazione brillante sul tema dell'anno, tenuta dal Segretario Gabriella Iacobucci, Simposiarca per l’occasione, il Delegato Ernesto Di Pietro ha suonato la campana e dato il via alla cena. La serata si è svolta in un’atmosfera allegra e distesa, e la cena semplice e raffinata, con le sue note autunnali di castagne, zucca e noci, ha incontrato il gusto di tutti. Lo si è inteso subito dai commenti dei commensali omogenei e lusinghieri. Anche i vini, due Tintilie molisane, sono piaciuti. Il caffè, gli amari della casa, e le foto di rito sullo sfondo dello stendardo dell’Accademia hanno concluso la riuscitissima cena.

CENA ECUMENICA 2022 - Canicattì

20 Ottobre 2022, Castrofilippo

La Cena Ecumenica della Delegazione di Canicattì si è svolta nella saletta privata del ristorante “Al Casale” di Castrofilippo. Ha aperto i lavori la Delegata Rosetta Cartella che ha illustrato il volume "La tavola del contadino" seguita dall'Accademico Umberto Bartoccelli che ha relazionato brillantemente sul tema dell’anno, oggetto della pubblicazione, destando grande interesse tra i presenti (foto 1, Delegata e Accademico). Prima dell’inizio della cena, l’Accademica Carmen Augello ha letto alcuni passi e ricette del volume (foto 2). La serata è proseguita con la Cena Ecumenica, attorno ad una tavola accuratamente imbandita. Simposiarca l’Accademica Giuseppina Cartella. Il menu proposto, apprezzato da tutti per l’ottima qualità del cibo con ingredienti e prodotti a Km0 e per la sapiente elaborazione di antiche ricette in sintonia con il tema ecumenico, è stato illustrato dalla signora Enza Callari, appassionata di cucina e moglie del responsabile di sala Francesco Asaro che lo coadiuva nella gestione. 

CENA ECUMENICA 2022 - Carpi-Correggio

20 Ottobre 2022, Finale Emilia

Cena Ecumenica presso l’osteria “La Fefa” di Finale Emilia con consegna del Diploma di Buona Cucina alla titolare e chef Giovanna Guidetti che ha interpretato in maniera straordinaria il tema della serata dedicato al tavola del contadino. La Simposiarca della serata, DCST Emilia Elisabetta Barbolini, ha introdotto l’ultimo volume pubblicato dall’Accademia con particolare approfondimento sul maiale e sul ruolo centrale che assume nella vita della famiglia contadina. In questa speciale occasione è anche avvenuta la consegna delle insegne al neo Accademico Ugo Bonavolta. Foto 1. Il Delegato Pier Paolo Veroni introduce il convivio. Foto 2. La consegna del Diploma di Buona Cucina. Foto 3. Da sinistra. Il Delegato, Accademico Bonavolta, DCST Barbolini. Foto 4. Maltagliati in brodo di fagioli borlotti con cotiche di maiale; coscia di anatra in dolce e agro con salsa di lambrusco e uva e purè di patate; tortino di mele al profumo di cannella e gelato alla vaniglia.

CENA ECUMENICA 2022 - Cesena

20 Ottobre 2022, Cesena

La cena ecumenica della Delegazione di Cesena si è svolta presso il Ristorante “Ca’ ad Pancot”, accogliente locale della campagna cesenate, che da sempre propone piatti della cucina romagnola tradizionale. Il Simposiarca Francesco Capozzi ha interpretato il tema ecumenico proponendo una apprezzata sequenza di piatti ispirati alla tavola contadina, serviti per la speciale occasione nella suggestiva antica stalla del ristorante (Foto 1, 2). Nel corso della conviviale il relatore Francesco Casadei, professore a contratto di Storia dell’alimentazione presso il Campus di Cesena dell’Università di Bologna, ha intrattenuto i presenti con una brillante conversazione sul tema “Tra società e storia: note sull’alimentazione in Romagna tra ‘800 e ‘900”, a cui ha fatto seguito un interessante dibattito sulle condizioni di vita delle classi agricole del passato (Foto 3). La serata si è svolta in un’atmosfera allegra e festosa. Al termine, il Delegato ha consegnato al titolare Christian Montevecchi e alla brigata di cucina il guidoncino della Delegazione e il volume dell’Accademia dedicato alla “Tavola del contadino” (foto 4).

CENA ECUMENICA 2022 - Chieti

20 Ottobre 2022, Rocca San Giovanni

  • Il Delegato con la brigata di cucina
  • Il DCST Adezio
  • Il neo Accademico Ariberto Di Felice
  • Da destra, il Presidente dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo Stefano Pallotta, il Vice Presidente vicario dell'AIC Mimmo D'Alessio e il Prefetto di Chieti Armando Forgione.

Per tornare alle origini e ritrovare i piatti della "tavola del contadino" la Delegazione di Chieti, guidata da Nicola D’Auria, ha scelto di visitare uno degli storici agriturismi del territorio, quello di "Zà Culetta" nelle campagne frentane di Rocca San Giovanni. Nella relazione tenuta dal Direttore del Centro Studi Territoriale, Maurizio Adezio, la memoria degli Accademici e degli ospiti presenti - tra i quali il prefetto di Chieti Armando Forgione, l'arcivescovo di Lanciano-Ortona mons. Emidio Cipollone e il presidente dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo Stefano Pallotta - è andata subito al tempo lento e scandito dalle stagioni, alla convivialità di una tavola condivisa, al ritorno alle origini, al recupero di piatti che sostentavano intere famiglie quando il "km0" era l’unica possibilità. Nel corso del convivio ecumenico, dopo tre anni di postulandato, Ariberto Di Felice è stato ammesso a pieno titolo tra gli Accademici teatini: ad appuntargli il distintivo è stato il vice Presidente vicario, Mimmo D'Alessio, che ha ricordato a tutti presenti il senso dei convivi accademici e dell’importanza del ruolo della nostra Associazione. Numerosi gli interventi tra una portata e l’altra in un clima festoso e conviviale.

CENA ECUMENICA 2022 - Colli Euganei-Basso Padovano

20 Ottobre 2022, Faedo di Cinto Euganeo

  • Il menu della serata
  • Sergio Bertasi, Susanna Tagliapietra e Giuseppe Landini con la stampa del territorio della Delegazione
  • La Delegata Susanna Tagliapietra con Monica, Fabio e Luigi dell'Agriturismo
  • Il Simposiarca Michele Viscidi Nardini

La Delegazione Colli Euganei-Basso Padovano per il tema di quest'anno ha scelto l'agriturismo “Agli Antichi Ulivi” a Faedo di Cinto Euganeo. Fabio, Monica e Luigi hanno interpretato fedelmente "La tavola del contadino" anche sotto l’aspetto storico e di evoluzione culturale. Una cucina semplice, con l’utilizzo di prodotti del territorio, molti dei quali provenienti da proprie dirette coltivazioni. Le portate sono state accompagnate dallo “schissotto” tipico pane focaccia della bassa padovana fatto in casa con l’uso di farine del molino locale e dai vini di produzione propria da vitigni autoctoni della zona. La serata è stata l'occasione per dare il benvenuto a Sergio Bertasi, già Delegato di Pechino, rientrato in Italia nella Delegazione Colli Euganei. Ospite speciale Giuseppe Landini, Vice Delegato di Bologna che, essendo di passaggio in zona, non ha voluto perdere l'appuntamento annuale con la cena ecumenica. 

CENA ECUMENICA 2022 - Colonia

20 Ottobre 2022, Colonia

Ecumenica della Delegazione di Colonia presso il ristorante “Fellini”, dove lo chef Nunzio Ascione ha preparato un gustosissimo menu che ha magnificamente rispecchiato il tema di questo anno. Dopo un breve discorso del Delegato cha ha evidenziato il significato e l’importanza della Cena Ecumenica nell’ambito delle attività della Delegazione ed un caloroso saluto a tre nuovi Accademici, tra cui il Console Generale a Colonia Luis Cavalieri, si è passati a degustare il menu ispirato alla tradizione contadina della Toscana. Ogni piatto è stato preceduto da una descrizione delle sue origini e della preparazione. Una serata resa memorabile anche dall’accoglienza e cortesia del personale del ristorante. Le valutazioni date dagli Accademici sono state molto soddisfacenti e si è pertanto consegnata la vetrofania dell’Accademia al ristorante. Foto 1. Accademici a tavola. Foto 2. Da sinistra: il Console Generale Luis Cavalieri, al centro in piedi il Delegato Vincenzo Pennetta e il nuovo Accademico Fabrizio Picchioni. Foto 3. La consegna della vetrofania. Foto 4. Dal menu: Carpaccio di anatra di cortile con peperoni brasati in padella e profumato con tartufo di San Miniato; spezzatino di Cinta senese con polenta; cannolo di zucca con ripieno di ricotta di bufala e torta della nonna.

CENA ECUMENICA 2022 - Cortina d'Ampezzo

20 Ottobre 2022, Cadin di Cortina

Il convivio ecumenico del 2022 della Delegazione di Cortina d’Ampezzo si è tenuto presso l’agriturismo Jagerhaus a Cadin di Cortina. La struttura, a conduzione famigliare, si adatta particolarmente al tema di quest’anno, in quanto dotata di bio fattoria con stalla e orto. Alla produzione dell’agriturismo si è affiancata sulle tavole anche quella dell’azienda agricola biologica Sanwido di San Vito di Cadore, anche questa a gestione famigliare, con allevamento di capre da latte, produzione di formaggi e gelati, di ortaggi estivi ed autunnali. Le Simposiarche Marzia Del Favero e Monica Sardonini Hirschstein hanno voluto valorizzare la produzione locale, portando in tavola i piatti della stretta tradizione ampezzana. Ha concluso la serata il dolce tipico delle feste, il brazorà con i carafoi al centro, accompagnato dalla tipica grappa al ciariè, o seme di cumino. I relatori presenti, Elsa Zardini presidente dell’Union de i Ladìs de Anpezo, ed Enrico Pordon, titolare dell’azienda agricola Sanwido, hanno parlato rispettivamente delle abitudini delle cucine e dei campi di un tempo, e di cosa voglia dire essere contadino ai nostri giorni, coniugando tradizione ed innovazione a tutela di un pubblico nostalgico ma esigente.

CENA ECUMENICA 2022 - Cosenza

20 Ottobre 2022, San Lucido

Provare a restituire il giusto rilievo ad una cucina nata povera per necessità e disponibilità, ma straordinariamente ricca di inventiva e sapiente manualità, ha costituito la traccia lungo quale è stata sviluppata l’organizzazione della Conviviale Ecumenica. Presentazione a due voci da parte del DCST Ottavio Cavalcanti e del Delegato Rosario Branda che hanno avuto modo di evidenziare come, in un tempo in un tempo frastornato da una letteratura invasiva, contraddittoria e spesso poco affidabile, sorpreso da repentini cambiamenti ambientali e climatici, siano tornati di grande attualità concetti quali genuinità, salubrità, sostenibilità ed equilibrio nutrizionale che sono da sempre i tratti distintivi del tema dell’anno. La località amena del Resort Borgo Rosso di Sera, immerso nel verde e sospeso tra mare e collina, ha fatto da cornice al partecipato momento conviviale (foto 1), allietato in maniera sapiente dalla cucina (foto 2) fino alla presentazione dei dolci (foto 3). Con applausi la consegna del guidoncino dell’Accademia al titolare Cosimo De Tommaso (foto 4).