Tu sei qui

Dalle Delegazioni

V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo - SINGAPORE-MALAYSIA-INDONESIA

25 Novembre 2020,

In occasione della V Settimana, la Delegazione di Singapore-Malaysia-Indonesia ha organizzato la Tavola Rotonda virtuale “Il Futuro della Carne, la Carne del Futuro”. Il tema è stato scelto per l’estrema attualità e perché coinvolge aspetti che toccano cultura, etica, religione, economia, politica, medicina e tecnologia, ovvero il coacervo di ciò che in ultima analisi ha caratterizzato con pesi diversi in momenti diversi, gli aspetti di appartenenza ed individualità della nostra società sin dai tempi più remoti. La Tavola Rotonda è stata introdotta e moderata dal Delegato Giorgio Maria Rosica ed ha visto i saluti iniziali del Presidente Paolo Petroni e di S.E. l’Ambasciatore Italiano a Singapore Raffaele Langella. Al Webinar hanno partecipato esponenti di 20 tra Delegazioni e Legazioni in rappresentanza di 12 paesi. I panelists hanno toccato argomenti quali il rapporto tra cibo e sostenibilita’ ambientale, la cultura del cibo sano, il diritto al cibo, la costruzione del cibo, la carne alternativa da proteine vegetali. Sono stati intervistati anche i fondatori e CEO di tre importanti start-up (Joy Food Evolution, Redefine Meat e Omina Romana). Da questa discussione si è potuto concludere che l’agricoltura così come nel passato ha eradicato la caccia dalle abitudini alimentari e sociali dell’uomo, così potrebbe fare anche con l’allevamento. Per il prevedibile futuro il consumo di carne continuerà comunque a crescere anche se a tassi più contenuti, sostenuto da ragioni demografiche, economiche e dalla ricerca di identità sociale e personale delle popolazioni dei paesi emergenti (Video integrale). La Delegazione ha inoltre realizzato il Booklet “7 cuochi per 7 ricette”.

Delegazione Miami - riunione conviviale

23 Novembre 2020,

La Delegazione di Miami si è ritrovata per un altro appuntamento, questa volta presso il ristorante "Fontana" dell'hotel Biltmore di Coral Gables. L'albergo, costruito nel 1926, è stato dichiarato monumento storico nazionale americano e continua a mantenere inalterato il suo fascino. La sala che ha ospitato gli Accademici, impreziosita da specchi e boiseries, ha offerto ai convenuti una cornice elegante. Lo chef Giuseppe Galassi e la manager Raquel Alaniz hanno dato il benvenuto ai presenti ed illustrato il tema della cena dedicata ai sapori d'autunno. 

V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo - SAN FRANCISCO

22 Novembre 2020,

Per la V Edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (anticipata di una settimana negli Stati Unti), il Console Generale a San Francisco Lorenzo Ortona, la Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura Annamaria Di Giorgio e il Delegato dell’Accademia Claudio Tarchi, hanno studiato una serie di incontri sia virtuali sia dal “vivo”, viste le limitazioni imposte dalla pandemia. Trenta ristoranti della Regione della Baia hanno partecipato, come negli anni scorsi, alla celebrazione. I ristoranti hanno preparato un menu adatto all’asporto e hanno applicato a ciascuna consegna l’adesivo(foto 1) che consentiva, tramite un codice “QR”, di avere tutte le informazioni sugli eventi programmati. La sommelier Leslie Rosa ha aperto la “Settimana” con una video conferenza sui vini del Sud Italia, a cui seguiranno altre due sui vini del Centro e del Nord della Peninsula. Un’altra video conferenza ha avuto come ospite il prof. Joseph Puglisi dell’Università di Stanford sulle innovazioni nel mondo del cibo e i benefici della Dieta Mediterranea. Il Console Ortona ha ospitato nel cortile del Consolato la prima edizione del premio intitolato a Carol Field, la scrittrice di libri di cultura gastronomica e Accademica di San Francisco, scomparsa nel 2017. Larry Mindel è stato premiato per aver promosso la cucina Italiana e fondato la popolare catena di Ristoranti “Il Fornaio” negli anni ‘80 ( foto 2). A conclusione della “Settimana” due film, “Per un pugno di dollari” e “Un Americano a Roma”, sono stati proiettati al ”Drive-in” di Fort Mason.

Delegazione Lucca - consegna Premio "Dino Villani"

28 Ottobre 2020,

Il giorno 28 ottobre la Delegata di Lucca, Daniela Clerici, accompagnata dagli Accademici Simonetta Gallacci, Raffaele Domenici e Vittorio Armani, ha incontrato i titolari del Forno Mei di Alessandro Mei e C. snc di Ponte a Moriano, ai quali ha consegnato l’attestato del Premio “Dino Villani” conferito all’azienda dalla stessa Accademia, che ha riconosciuto la Torta alle erbe con i becchi prodotta dallo stesso laboratorio “una eccellenza artigianale lavorata con ingredienti di qualità tracciabili, che ne fanno un prodotto tipico locale”. Nel consegnare l’attestato, la Delegata Daniela Clerici ha rivolto le felicitazioni ai fratelli Alessandro e Saverio Mei che nella continuità della gestione aziendale rappresentano la terza generazione, esprimendo la sua soddisfazione per questo premio attribuito a una azienda meritevole del territorio e a un prodotto come la torta con le erbe, così radicata nella tradizione locale.

Legazione Tokyo - evento conviviale

28 Ottobre 2020,

La Legazione di Tokyo ha festeggiato i duecento anni dalla nascita di Pellegrino Artusi e la pubblicazione in giapponese de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”. La serata è stata organizzata in collaborazione con la signora Nakamura Hiroko, scrittrice e traduttrice specializzata in cultura alimentare italiana, nonché traduttrice dell’Artusi in giapponese. Ospite d’eccezione la signora Kudo Hiroko, professore ordinario di politiche pubbliche e management pubblico e curatrice dell’edizione nipponica dell’Artusi (in foto 1, da Sinistra signora Hiroko Nakamura, Legata Emanuela Orighi e signora Hiroko Kudo). La professoressa Kudo Hiroko sarà all’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo nell’ambito della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, per un talk sul valore che ha oggi il ricettario di Artusi e sul significato della versione giapponese. La Legazione è stata accolta presso il ristorante "Osteria dello scudo" dove lo chef Noriyuke Koike ha ancora una volta dimostrato la sua grande preparazione con una performance di alto livello, frutto di uno studio approfondito.

Delegazione Stoccolma - consegna Premio "Giovanni Nuvoletti" e Diploma di Buona Cucina

24 Ottobre 2020,

Consegnato il Premio Giovanni Nuvoletti al ristorante Mancini (foto 1) e il Diploma Buona Tavola al Capri Due (foto 2) di Stoccolma. Importante momento della vera ristorazione italiana che, con grande coraggio, continua a combattere non solo la pandemia ma le sofisticazioni della genuina gastronomia italiana. In foto il Delegato Tony Anello e il Consultore Segretario Bengt Saverus consegnano i prestigiosi premi dell'Accademia.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Miami

19 Ottobre 2020,

La Cena Ecumenica del 2020 della Delegazione di Miami si è tenuta presso i locali del ristorante "Via Verdi" che dispone di una vasta area all'aperto coperta e illuminata. Si è potuto così rispettare il distanziamento sociale fra gli ospiti e godere del clima mite della Florida. I proprietari, i fratelli Carro, già noti a Miami per la loro cucina piemontese, hanno creato un menu nel rispetto del tema stabilito, facendo un excursus fra le varie regioni italiane. Agli ospiti sono stati consegnati biglietti individuali scritti a mano, recanti citazioni anche letterarie relative alla "cultura del fritto", che affonda le sue radici nel tempo ed investe tutte le civiltà. Un grande argomento scelto quest'anno dall'Accademia.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Agrigento

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Agrigento si è ritrovata al ristorante Lounge Beach Scala dei Turchi di Realmonte (AG) per celebrare la tradizionale Cena Ecumenica dell'Accademia Italiana della Cucina, quest'anno sul tema "Fritti, frittate e frittelle nella cucina della tradizione regionale". Foto 1-2. Commensali a tavola. Foto 3-4. Pietanze servite.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Alto Vicentino

15 Ottobre 2020,

La Delegazione dell'Alto Vicentino si è ritrovata per Cena Ecumenica 2020 presso la Locanda Perinella di Brogliano (VI), sfruttando l'ampio spazio di un salone del locale in osservanza delle norme anti covid in vigore. Foto 1. Il Delegato Renzo Rizzi con i titolari e lo staff della Locanda Perinella a fine serata. Foto 2-3. Allestimento della sala e Accademici ai tavoli. Foto 4. Le portate della serata: aperitivo con frittelle con erba mnaresina e sardina e fiori di zucca fritti; antipasto con frittata con le trombette nere e porcino fritto; primo piatto a base di melanzane fritte farcite con formaggio Asiago; crema fritta alla vicentina.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Ascoli Piceno

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Ascoli Piceno ha organizzato nella serata del 15 ottobre scorso la tradizionale Cena Ecumenica, alla quale ha preso parte un buon numero di Accademici nel pieno rispetto delle norme anti COVID. Il ristorante "Il Desco" di Ascoli Piceno ha perfettamente interpretato il tema dell'anno "Fritti frittate e frittelle", proponendo appetitosi manicaretti preparati nel rispetto della gastronomia del territorio che hanno incontrato l'apprezzamento unanime dei commensali intervenuti.  Peraltro, la città di Ascoli Piceno vanta un'antica tradizione particolarmente nelle pietanze fritte; piatto tipico è, infatti, il noto ed apprezzato "fritto misto all'ascolana". Con l'occasione si è proceduto alla consegna del materiale associativo ai neo Accademici Lorella Di Sante (in foto 3 con il Delegato Vittorio Ricci) e Gerlando Costa (in foto 4). 

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Brescia

15 Ottobre 2020,

La delegazione di Brescia, riunita al ristorante castello Oldofredi di Montisola, ha dedicato la serata ai fritti della tradizione lombarda, in particolare al pesce tipico del lago di Iseo. Ciliegie di luccio fritto accompagnato da frittura di zucca gialle per antipasto; come primo risotto con pesce persico del Sebino fritto; di secondo bertagnì alla bresciana con contorno di frittatine ai finocchi e polenta fritta; per dessert frittelle della tradizione con mela, uvetta e pinoli. Le portate sono state scelte con cura dal Delegato Giuseppe Masserdotti (in foto 1) in accordo con Marco Agnoletto, chef di castello Oldofredi. Foto 2. La sala. Foto 3. Il menu. Foto 4. I piatti.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Campobasso

15 Ottobre 2020,

Bella serata conviviale della Delegazione di Campobasso alla “Cantina dei compari” di Ripalimosani nel pieno rispetto delle norme anti covid che però non hanno condizionato il clima di allegria e amicizia che ha caratterizzato la riunione dall’inizio alla fine. Ricco il menu e buona l’interpretazione dello chef Sergio Colombo avvezzo ad immergere, in oli diversi, cibo fritto di ogni tipo, dagli antipasti ai dolci, per la piena soddisfazione degli Accademici convenuti. Simposiarca di turno, alla sua prima esperienza, la brillante Laura Potito;  il relatore Maurizio Mastropietro (foto 1) ha omaggiato il tema dell’anno con aneddoti e curiosità sull’influenza neuroemozionale del fritto. Grande soddisfazione del Delegato Ernesto Di Pietro che alla fine ha consegnato gagliardetto e piatto 2020 dell’Accademia al titolare e chef del ristorante (foto 2), e l’ultimo volume della nostra prestigiosa collana di cultura gastronomica, “Fritti, frittate e frittelle” (foto 3) agli Accademici presenti.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Canicattì

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Canicattì ha celebrato la Cena Ecumenica 2020 presso una sala privata del ristorante “La Taberna” di Racalmuto, città natia dello scrittore Leonardo Sciascia. La riunione conviviale, organizzata in maniera impeccabile dal Simposiarca Salvatore Lauricella e con la presenza di Vincenzo Maniglia, Sindaco della città di Racalmuto e di Enzo Sardo, Assessore alla Cultura, è stata preceduta dalla presentazione del volume dell'Accademia da parte della Delegata Rosa Cartella seguita, poi, da una brillante relazione della professoressa dell’Università di Palermo Gabriella Portalone (Foto 1, a sinistra la relatrice, a destra la Delegata). Alla fine della conferenza il Sindaco Vincenzo Maniglia ha consegnato alla Delegata Rosa Cartella un attestato (Foto 2). In foto 3. In primo piano da sinistra Assessore E. Sardo, prof.ssa  G. Portalone, R. Cartella, V. Maniglia; in secondo piano alcuni Accademici. Il locale ha emozionato Accademici e ospiti con una degustazione di piatti a tema (foto 4).

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Carpi-Correggio

15 Ottobre 2020,

Alla Cena Ecumenica della Delegazione di Carp-Correggio tenutasi presso "L'Osteria" di Correggio, hanno partecipato graditi ospiti quali l'Assessore alle attività economiche del comune di San Martino in Rio Luisa Ferrari (foto 1) e il Direttore generale ed enologo della Cantina di Limidi Soliera Sozzigalli e Rolo dott. Facchini che ha chiarito con una lectio magistralis i vini e i loro abbinamenti con le pietanza servite (foto 2). Il Direttore del CST Emilia Elisabetta Barbolini (foto 3) ha introdotto e indicato, ai convenuti, ricette e fonti storiche del nuovo volume "Fritti, frittate e frittelle", alla cui stesura anche il CST Emilia ha collaborato. Il delegato Veroni  ha distribuito le mascherine marcate della Delegazione e ha premiato la titolare Maria Luisa Matonti per l'eccellente Conviviale (foto 4).

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Chieti

15 Ottobre 2020,

La delegazione di Chieti ha celebrato la Cena Ecumenica 2020 presso il ristorante “Canadese” in Caldari Stazione di Ortona. La riunione conviviale, organizzata brillantemente dal Simposiarca Orlando Damiani, e con la presenza e la benedizione di S.E. Monsignor Emidio Cipollone vescovo di Lanciano-Ortona, è stata preceduta da una edotta e brillante relazione da parte del nutrizionista dottor Corrado Pierantoni (in foto 1 durante il suo intervento). La cuoca del locale, Carmelina Catena, insieme alla sua brigata ha emozionato Accademici e ospiti con una degustazione di piatti a tema. Foto 2. L’intervento del Vice Presidente Vicario Mimmo D’Alessio. Foto 3. Il Delegato Nicola d'Auria consegna il guidoncini dell'Accademia ai gestori del locale.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Cortina d'Ampezzo

15 Ottobre 2020,

Giunto l’atteso momento della tradizionale Cena Ecumenica, la Delegazione di Cortina d’Ampezzo si è ritrovata presso il Ristorante Rio Gere per celebrare il goloso tema “Fritti, rrittate e frittelle”.  Mentre al di fuori cadeva la prima neve, all’interno si è potuto godere di un menu particolarmente stuzzicante, curato dai Simposiarchi Silvana Savaris Grasselli e Paolo Bardin. In un clima di festosa allegria la Delegata Monica De Mattia ha consegnato a Silvana Savaris Grasselli (membro del CST Veneto) il diploma dei  trentacinque anni di appartenenza all'Accademia (Foto 1).  Foto 2 (da sinistra). Il Vice Delegato Diego Dipol, la Delegata Monica De Mattia, il Simposiarca Paolo Bardin e il Delegato Onorario Luigino Grasselli. Foto 3. Tempura di peperoni, funghi, cipolle e cavolfiori. Foto 4. Frittata Artusi con cipolla su misticanza, zucchine e formaggio su cappuccio e Carafoi di patate su letto di crauti.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Empoli

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Empoli ha celebrato la Cena Ecumenica presso il ristorante “Molo 73” di Empoli. Il Delegato Massimo Vincenzini (in foto 1) ha aperto la conviviale ricordando ai presenti e ai numerosi ospiti il significato e i valori dell’Accademia nonché della stessa Cena Ecumenica. La serata, ben organizzata dalla Simposiarca Carla Giovannelli, ha avuto il suo momento culturale con la nutrizionista dott.ssa Luisa de Risi che ha parlato del fritto illustrandone le caratteristiche nutrizionali e gli accorgimenti per renderlo meno dannoso per la nostra salute (in foto 2). Le pietanze a base di pesce dello chef Emanule Sabatini sono state molto apprezzate e ben servite dallo staff; altrettanto apprezzato l’ottimo abbinamento di vini curato dal sommelier e responsabile di sala Riccardo Agresti. La serata si è svolta nel rispetto delle vigenti normative anticovid. Foto 3. Consegna della vetrofania al responsabile di sala Riccardo Agresti. Foto 4. Menu.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Fermo

15 Ottobre 2020,

Per celebrare la Cena Ecumenica 2020 la Delegazione di Fermo ha scelto di ritrovarsi presso il ristorante Damiani e Rossi, regno dello chef Aurelio Damiani (in foto 1 con il Delegato Fabio Torresi), collaudato interprete della cucina tradizionale del Fermano che ha ricevuto il prestigioso premio Giovanni Nuvoletti. Coaudiuvato dalla Simposiarca Anna Maria Ciciretti, membro del CST Marche, lo chef ha stilato un menu sintesi di ciò che i Fermani sono avvezzi immergere in olii e strutti bollenti per estrarne sapori identitari e di memoria, per la piena soddisfazione degli Accademici convenuti. Tra questi, le polpette di borragine, la frittatina alla cipolla rossa di Pedaso e sapa, le animelle di agnello dei nostri Sibillini -degno coronamento di un sublime risotto al rosmarino - e il trittico di carni fritte. Anna Maria Ciciretti ha relazionato sull’attività del Centro Studi e sulla importanza di tale organo per il ruolo che la nostra Accademia svolge in Italia e nel mondo. Gli Accademici hanno trovato ampia sintesi del lavoro svolto dalla nostra Delegazione per il tema dell’anno nel volume "Fritti, frittate e frittelle nella cucina della tradizione regionale" distribuito a termine della Conviviale.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Ferrara

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Ferrara si è ritrovata al ristorante La Provvidenza del patron Giorgio Moretti, ubicato nella zona rinascimentale della città, per celebrare in sicurezza la tradizionale Cena Ecumenica. La serata è stata organizzata dai Simposiarchi Paolo Carcoforo e Massimo Masini che hanno trattato piacevolmente il Tema dell'anno "Fritti, frittate e frittelle" suscitando grande interesse fra gli intervenuti. Sono stati graditi ospiti della Delegazione l'Assessore del Comune di Ferrara Andrea Maggi e il Responsabile della Redazione di Ferrara del Resto del Carlino Cristiano Bendin. Nel corso della serata è stato presentato alla Delegazione il nuovo Accademico Alberto Monti da Giorgio Piacentini e Marco Nonato. Foto 1. Da sinistra, Assessore Andrea Maggi, Delegato Luca Padovani e Responsabile Redazione di Ferrara Resto del Carlino Cristiano Bendin. Foto 2. Da sinistra Marco Nonato, Alberto Monti e Luca Padovani. Foto 3. Da sinistra Massimo Masini, Luca Padovani, Paolo Carcoforo e Alberto Monti. Foto 4. Da sinistra Victor Dana, Alberto Monti, Luca Padovani, Giorgio Piacentini e Marco Nonato.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Francoforte

15 Ottobre 2020,

La Cena Ecumenica della Delegazione di Francoforte si è tenuta al ristorante "Incontro" di Magonza (Mainz) con una rappresentanza della Delegazione locale. I pochi fortunati Accademici presenti hanno potuto godere delle delizie che il proprietario del ristorante Giuseppe Dato e il suo team hanno preparato, risvegliando esperienze olfattive legate all’infanzia italiana dei convenuti. Gli ospiti sono stati accompagnati con professionalità nell’universo delle fritture: mozzarella di bufala in carrozza, carciofi fritti e frittata di zucca, arancino classico su passata di pomodoro, fritto di pesce con triglie, calamari, rana pescatrice, alici, gamberoni e verdure fritte, cannoli di ricotta e pagnuccata. Durante la Conviviale si è disquisito di olii e grassi animali, delle temperature  e tecnica di cottura e ricercato le tracce di fritture nella letteratura approdando alla frittata celestiale di D’Annunzio con 33 uova e alle descrizioni delle zeppole napoletane di Johann Wolfgang von Goethe, quando, durante il soggiorno partenopeo, racconta, in occasione della festa di San Giuseppe, della sua esperienza gastronomica per le strade di Napoli. A conclusione della serata è stato conferito il riconoscimento di Buona Cucina: un momento commovente soprattutto per il signor Dato che non ha nascosto la sua preoccupazione per l’evolversi della situazione COVID-19 (in foto 1 con la Delegata Laura Melara-Dürbeck).  

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Genova

15 Ottobre 2020,

In occasione della Cena Ecumenica della Delegazione di Genova, lo chef Luca Collami del ristorante "La Veranda" del Grand Hotel di Arenzano (GE), ha tradotto i piatti della tradizione sul tema dell'anno "Fritti, frittate e frittelle". La sua proposta: frisceu di ceci, una "innovativa e scomposta" frittata di carciofi con piccolo assaggio di quella tradizionale accanto; un cavallo di battaglia dello chef: la sua triglia fritta in forno, croccante e leggerissima. Confronto attento tra gli Accademici sul primo piatto, con un particolare accostamento, non semplice, di un tortello di crostacei su salsa di lattuga e salicornia. Gradito il dessert, con una delicata traduzione del tradizionale latte dolce fritto genovese, abbinato a tre declinazioni di mela. Il servizio si è dimostrato puntuale e attento. In foto 1. Una prospettiva della sala con Accademici e ospiti. Foto 2. Il dottor Marco Benvenuto. Foto 3. L'Accademico Lorenzo Ball. Foto 4. I piatti. 

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Imola

15 Ottobre 2020,

Notevole affluenza degli Accademici imolesi all'appuntamento ecumenico a testimonianza di un comune sentire sugli eventi che caratterizzano la convivialità e l'amicizia. A ospitare la cena è stato il ristorante Valsellustra gestito da 27 anni da Gianluca Sblarzagli con la moglie. Protagonista della serata il cibo fritto nelle sue molteplici accezioni con l'importante supporto culturale della prof. Cinzia Astorri che, con le sue spiegazioni e le sue informazioni, ha suscitato un notevole interesse coronato da molti convinti applausi. Foto 1. Consegna della vetrofania 2020 al gestore Gianluca Barzagli. Foto 2. La prof. Cinzia Astorri spiega le diverse tipologie del fritto. Foto 3. Panoramica su una sala del ristorante. Foto 4. Pollo fritto al curry.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Messina

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Messina si è ritrovata in piena sicurezza per la celebrazione della Cena Ecumenica presso il ristorante "Grecale". La riunione conviviale è stata preceduta da un momento culturale (Foto 1) incentrato sula lettura magistrale di Rosalia Cavalieri, professore ordinario di Filosofia del linguaggio nell’Ateneo di Messina e sulla presentazione del voume dedicato al tema dell’anno. Il Delegato ha illustrato la filosofia delle preparazioni dello chef servite impeccabilmente ai tavoli imbanditi secondo le norme (foto 2). La sorprendente acciuga ripiena di ricotta (foto 3) e la delicata e saporita omelette (pisci d’ovu) con le cozze (foto 4) sono state due delle gradite sorprese cucinarie.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Montecatini Terme-Valdinievole

15 Ottobre 2020,

La Delegazione di Montecatini Terme-Valdinievole è tornata al ristorante "Nuovo Gattopardo" di Ponte Buggianese (PT), già visitato qualche mese fa, questa volta per la Cena Ecumenica 2020. I numerosi piatti, serviti a buon ritmo, sono risultati ben preparati, dalle frittate, al ricchissimo secondo, alle frittelle. Sottolineato con favore l’impegno esplicato e il servizio; apprezzata anche la decorazione dei tavoli, opera di Elena Lotti, che ha scelto anche il piccolo omaggio per i partecipanti. La necessaria distanza non ha ostacolato un caloroso clima di sincera convivialità fra gli amici. In conclusione, è stato distribuito il libro edito dall’Accademia per l’occasione e il Delegato Alessandro Giovannini ha illustrato la breve nota sull’origine della cottura nei grassi, non senza una doverosa citazione della negletta “frittata con gli zoccoli”, ed un confronto fra la ricetta popolare  e quella di Artusi.

CENA ECUMENICA 2020 - Delegazione Mugello

15 Ottobre 2020,

Nella suggestiva cornice dell'Autodromo Internazionale del Mugello si è riunita la Delegazione per la Cena Ecumenica che è stata affidata all'interpretazione dei cuochi di sette ristoranti del territorio, ciascuno dei quali ha preparato e illustrato un piatto della tradizione (foto 1. I cuochi con la Delegata, le autorità, Simposiarca e relatrici - photo credit: Studio Noferini). Ospiti graditi il Coordinatore Territoriale Toscana Est Roberto Doretti, il Direttore del Mugello Circuit Paolo Poli, i Sindaci di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti e di Vicchio, Filippo Carlà Campa oltre all'Assessore di Borgo San Lorenzo, Carlotta Tai (foto 2. Il tavolo della Delegata Monica Sforzini, con a sinistra il Coordinatore Doretti e a destra il Direttore Poli, insieme alle altre autorità). La cena - preceduta dalla lettura da parte delle Accademiche Anna Maria Milani e Chiara Adembri delle relazioni degli Accademici Mauro Santoni ed Enrico Bacci rispettivamente sulla storia e le caratteristiche e poi sugli aspetti salutistici del fritto - si è svolta attraverso un entusiasmante susseguirsi di piatti che hanno omaggiato il tema dell'anno, rievocando, ai numerosi presenti, antichi sapori (foto 3. Il menu. Foto 4. I piatti serviti, photo credit: Studio Noferini). Dopo il caloroso saluto del Coordinatore Territoriale Roberto Doretti, la serata si è conclusa con la consegna a tutti i cuochi del piatto dell'anno.