You are here

Delegations News

Delegazione Chieti - riunione conviviale

10 November 2021,

Serata per soli Accademici che, guidati dal Simposiarca Alfonso Di Fonzo, hanno fatto visita ad uno dei locali più antichi e blasonati del territorio della Delegazione: il ristorante l'Angolino  a San Vito Chietino. Un ritorno dopo qualche anno che ha puntato a riconfermare la capacità di Carlo De Sanctis e della sua brigata di cucina, guidata dal giovane Moris Fortunati, di essere il punto di riferimento della ristorazione di mare lungo la Costa dei Trabocchi. La riunione conviviale è risultata piacevole e intensa, con un partecipato dibattito accademico sui profili di gusto e di giudizio da considerare nel valutare un locale, sviluppato grazie alla scelta originale dei piatti presentati. Da menzionare, uno specialissimo baccalà e un apprezzatissimo semifreddo che ha concluso degnamente una buona prova culinaria di un ristorante che conferma le attese nonostante le novità. Foto 1. Conferimento delle insegne al nuovo accademico Diego De Carolis. Foto 2. Il Simposiarca Alfonso Di Fonzo. Foto 3. La brigata di cucina con il Delgato Nicola D'auria. Foto 4. Una delle portate.

Delegazione Ferrara – cerimonia per Severino Sani entrato nell’Albo d’Onore

10 November 2021,

Nel ristorante storico “La Provvidenza” la Delegazione di Ferrara ha celebrato l’entrata di Severino Sani nell’Albo d’Onore, alla presenza del Presidente Paolo Petroni e del Segretario Generale Roberto Ariani. Severino Sani, dopo una vita dedicata all’Accademia, dopo anni di impegno come membro del Consiglio di Presidenza, svolto con dedizione e tanta passione, fino a rivestire la carica di Vice Presidente Vicario, è entrato a far parte del prestigioso Albo d’Onore. Il Delegato Luca Padovani ha aperto la serata, presentando le autorità accademiche presenti e rivolgendo un saluto speciale a Carlos Victor Dana, storico Accademico di Ferrara, già membro dell’Albo d’Onore. Simposiarchi della serata, Giorgio Piacentini che ha magistralmente descritto i piatti proposti nel menu descrivendone non solo le peculiarità culinarie, ma anche le affascinanti origini storiche e culturali e Oreste Chiarior che ha esposto le caratteristiche dei vini scelti per la cena. Poi il momento atteso da tutti i convenuti: il Presidente Paolo Petroni ha preso la parola e ha ripercorso il “cursus honorum” dell’amico Severino. Ne ha elogiato le grandi qualità di Accademico. Non solo. Con un velo di commozione ne ha ricordato le esemplari doti umane. L’atmosfera era quella delle grandi occasioni. La forte amicizia che traspariva dalle parole e dai gesti ha contribuito a suscitare forti emozioni. Il Presidente ha infine consegnato a Severino Sani l’Attestato di Benemerenza e la Medaglia Onorifica personalizzata. È stato il momento più intenso di una serata memorabile.

Delegazione Mugello - riunione conviviale e visita

7 November 2021,

Un gruppo di Accademici del Mugello, guidato dalla Delegata Monica Sforzini, ha dedicato, come approfondimento del tema dell’anno, una giornata a Marradi (FI), uno dei comuni del Marrone del Mugello IGP e in particolare terra del “Marron Buono”. La riunione conviviale, alla quale hanno partecipato anche la Delegata della Versilia Storica Anna Ricci e il Delegato di Castel San Pietro-Medicina Andrea Stanzani, si è svolta al ristorante La Colombaia, con un menu accuratamente selezionato dal Simposiarca Desiderio Naldoni. Al pranzo ha fatto seguito la visita al “Centro di Studio e Documentazione sul Castagno” e l’incontro con il suo presidente prof. Elvio Bellini, che ha illustrato le problematiche attuali legate al recupero e alla ricostituzione dei castagneti. Un’occasione di arricchimento culturale sul frutto del castagno, e in particolare sul marrone, che nel passato ha rappresentato una risorsa fondamentale per l’alimentazione della gente di montagna e il cui impiego primeggia in molte delle ricette marradesi tramandate da secoli. Foto 1. La consegna del guidoncino e del volume “Storia della cucina italiana a fumetti”. Da sinistra: il Simposiarca Naldoni, la Delegata Sforzini e i cuochi Lubiana Vinci e Andrea Buriani. Foto 2. Un momento conviviale. Foto 3. Gli Accademici all'ingresso del Centro di Studio e Documentazione sul Castagno. Foto 4. Una pubblicazione di ricette marradesi del prof. Bellini.

Delegazione Ragusa - degustazione guidata

7 November 2021,

La Delegazione di Ragusa, guidata da Vittorio Sartorio, ha partecipato e contribuito all'organizzazione di una degustazione guidata di marron glaces organizzata da Agrimontana e dal Caffè Sicilia di Ragusa, già insignito del Premio Alberini. Presenti numerosi Accademici tra cui Roberto Sica, neo Accademico, Maurizio e Agata Tasca hanno accolto tutti con il consueto garbo, proponendo specialità a base di marroni, fra i quali il Monte Bianco.

Riunione conviviale - Alcamo-Castellammare del Golfo

7 November 2021,

La Delegazione di Alcamo-Castellammare del Golfo ha avuto l’onore di ospitare come conferenziere della riunione conviviale presso il ristorante "Zero", il maestro, pluripremiato pasticciere e ambasciatore in tutto il mondo delle eccellenze dolciarie siciliane, Nicola Fiasconaro. Il menu preparato dallo chef Giuseppe Russo, proveniente dalla scuola di Hans Bech, è stato apprezzato da tutti i commensali e con particolare elogio da parte dello stesso Nicola Fiasconaro. I piatti serviti sono stati innovativi e raffinati con un’esplosione di gusto per il palato. Materie prime di altissima qualità, personale preparato e molto gentile. Presente la Coordinatrice Territoriale per la Sicilia Occidentale Daniela Nifosì. Foto 1. Da sinistra: CT Daniela Nifosì, Il maestro Nicola Fiasconaro, ospite, il Delegato Liborio Cruciata. Foto 2. Nicola Fiasconaro. Foto 3. Da sinistra: il Delegato Cruciata, lo chef Giuseppe Russo, l’Accademico Benedetto Adamo. Foto 4. Accademici.

Coordinamento Territoriale Emilia e riunione conviviale

6 November 2021,

A seguito della riunione dei Coordinatori Territoriali e Direttori Centri studi Territoriali con il Presidente Paolo Petroni del mese di ottobre e, dopo la tavola rotonda del 25 settembre scorso, si è svolta la riunione del Coordinamento Territoriale Emilia presso la Taverna del Castello (Castello di Torrechiara- PR). Durante l’incontro, presieduto dal CT Pier Paolo Veroni, tra gli altri argomenti si è parlato del nuovo tema dell'anno 2022 “La tavola del contadino, il campo, la stalla, il cortile”, del nuovo premio Intitolato a Gianni Fossati e dei progetti per il prossimo anno sul tema appena individuato dal Centro Studi Franco Marenghi. Il Simposiarca è stato il Delegato di Parma Terre Alte Andrea Albertini.

Delegazione Imola - riunione conviviale

5 November 2021,

È attorno alla presenza dell'amaro in cucina che è ruotata la proposta dell'Osteria da Noi e Vini con un esito che ha sorpreso oltre le aspettative l'intera compagine accademica (foto 1). I piatti si sono via via succeduti nella semplicità delle preparazioni ma lasciando un'impronta di gran gusto e di pregevole concretezza. E vale rammentare alcuni dei piatti come la tagliatella al grano arso (foto 3) con ragù di coniglio e il filettino di maiale in salsa di Amaro Lucano e finocchi alla liquirizia (foto 4). La sfida sull'amaro ha premiato il lavoro dell'Osteria. Foto 2. La consegna del guidoncino alla brigata di cucina.

Delegazione Novara - consegna Premio Dino Villani

25 October 2021,

Lunedì 25 ottobre nella Sala Panarotto della Confartigianato della Provincia di Novara, si è tenuta la cerimonia di consegna del Premio Dino Villani al dolce “Pane di San Gaudenzio” prodotto dalla Pasticceria Gramigni di Novara. Erano presenti le autorità cittadine e la stampa che, già nei giorni precedenti, aveva diffusamente scritto di questo evento. Numerosi Accademici e clienti della pasticceria hanno occupato tutta la sala, nel rispetto delle regole anti-Covid. Dopo il saluto delle autorità, il Delegato Piero Spaini ha illustrato le finalità dell’Accademia e le motivazioni del Premio Dino Villani. Commossi i titolari della pasticceria Gramigni, che opera in città dal 1964, padre Ettore e figlio Maurizio che da qualche anno conduce l’attività. Al termine, nella sala attigua, c’è stato un assaggio del dolce premiato e brindisi. Foto 1. Pubblico e tavolo delle autorità. Foto 2. Ettore e Maurizio Gramigni con il Premio Dino Villani, con il Delegato Piero Spaini e il Vice Prefetto dott. Moscatello. Foto 3. Premiati e autorità.

CENA ECUMENICA 2021 e convegno - Fermo

24 October 2021,

La Delegazione di Fermo, per celebrare il tema dell’anno, ha tenuto un evento ad Amandola, all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e con il patrocinio del Comune stesso. Il Simposiarca per l’occasione è stato Lando Siliquini che ha preceduto il convivio con il convegno ”Passeggiando nei boschi delle magnifiche terre di centro”. Dopo l’introduzione del vice sindaco Pochini, sono seguiti gli interventi del glottologo prof. Augusto Ancillotti e del farmacologo prof. Maurizio Massi. Armando Nanni di Amatrice, Presidente dell’associazione Le Magnifiche Terre di Centro, ha lanciato la proposta di un museo diffuso della Dieta Mediterranea da realizzare nei due parchi, Sibillini e della Laga. Ugo Bellesi, Delegato di Macerata, ha dissertato sull’utilizzo dei funghi nella gastronomia marchigiana, mentre il prof. Tommaso Lucchetti ha tracciato la storia dell’utilizzo del tartufo nella regione. Giovanna Pieroni, cuoca del ristorante La Gorbe e L’Ua, ha deliziato poi i convenuti con un ricco menu della più stretta tradizione della cucina dei Sibillini: uova strapazzate e polentina al tartufo bianco, zuppa di S. Martino, le fregnacce amandolesi con salsiccia funghi e tartufo nero, ravioli di ricotta e cicoria selvatica ai funghi prugnoli, stinco di vitello al tartufo nero e porcini arrosto. Torte di mela rosa e crostate di fichi, more e noci, vino cotto, castagne in chiusura.

CENA ECUMENICA 2021 - Agrigento

21 October 2021,

Gli Accademici agrigentini si sono incontrati per celebrare la Cena Ecumenica presso il ristorante Kalos. La cena preparata dallo chef Antonio ha rispecchiato il tema dell’anno. Nelle foto alcuni momenti della serata. Foto 1. Consegna del pacco di benvenuto al nuovo Accademico Calogero Bellavia. Foto 2. Alcuni accademici a cena. Foto 3. Crema di zucca con pancetta croccante e porcini. Foto 4. Semifreddo di castagne con salsa di loto.

CENA ECUMENICA 2021 - Ascoli Piceno

21 October 2021,

Il ristorante “il Poggio” ha ospitato la Cena Ecumenica della Delegazione di Ascoli Piceno. La location è stata proposta dal Simposiarca Giuseppe Mastrogiovanni per gli ampi spazi oltre che per le indiscusse capacità gastronomiche dello chef Marco Fioravanti, i cui manicaretti sono stati degustati e apprezzati unanimemente dai numerosi Accademici. Alcune vivande sono state particolarmente gradite dalla totalità dei commensali, come la “crema di pecorino”, una geniale invenzione del giovane chef, insieme alla stuzzicante “anatra su burrata e visciole”; ma anche le altre pietanze, preparate con gli ingredienti indicati dal tema dell’anno, indubbiamente molto accattivanti, hanno incontrato il favore convinto dei partecipanti. Il tutto ottimamente abbinato a vini del territorio che hanno degnamente accompagnato le varie portate. Nelle foto, alcuni momenti della riuscita serata.

CENA ECUMENICA 2021 - Biella

21 October 2021,

La Delegazione di Biella si è riunita al ristorante Croce Bianca di Oropa per la Cena Ecumenica 2021 (foto 1) con un menu a base di antichi piatti tradizionali con protagonisti i frutti del bosco e del sottobosco. Durante la serata la Delegata Maria Luisa Bertotto ha consegnato il Diploma di Buona Cucina 2021 al gestore del ristorante Franco Ramella (foto 2). Foto 3. Menu. Foto 4. Le portate.

CENA ECUMENICA 2021 - Boston

21 October 2021,

La Delegazione di Boston (foto 1) si è trasferita per la Cena Ecumenica a Portland, nel Maine, per visitare il ristorante “Solo Italiano”, una vera gemma nel panorama Nord Est degli Stati Uniti. Lo chef Paolo Laboa, plurititolato e vincitore di diversi premi internazionali, ha accolto gli Accademici con grande simpatia e affetto e li ha intrattenuti piacevolmente condividendo la sua passione, i suoi segreti, la sua storia e il suo tocco magistrale ( chef in foto 2 conl Delegato Enrico Vietri). La cena è stata improntata su un menu squisitamente genovese, tutti piatti eccellenti e contraddistinti da una sapiente armonia di gusti e ingredienti. Dalla “focaccia di Recco”, alla “Cima alla genovese”, dagli “gnocchi al vero pesto” ai “pansotti al sugo di noci”. Particolare successo hanno riscosso il “tortino al polpo” ed il “pescespada uccelletto ai funghi” (piatti in foto 3). Lo chef ha infine piacevolmente sorpreso gli ospiti accademici con un “fuori programma” finale di cannoli siciliani (foto 4). Diversi membri di lunga data hanno convenuto che è stato l’evento più emozionante e denso di significato nella storia recente della Delegazione.

CENA ECUMENICA 2021 - Budapest

21 October 2021,

Il Ristorante Krizia costituisce un punto di riferimento importante per chi vuole gustare piatti autenticamente italiani a Budapest e per questo motivo è stato selezionato dalla Delegazione locale per la Cena Ecumenica 2021. Ospite della serata, S.E. il nuovo Ambasciatore Manuel Jacoangeli, che ha aderito con piacere all’invito a partecipare per conoscere la realtà accademica budapestina, cui ha indirizzato un caloroso saluto ((foto 1 e 2 con il Delegato Alberto Tibaldi). Durante la serata il Delegato Tibaldi (foto 3) ha comunicato ai presenti che dal 1° novembre il Vice Delegato Michele Fasciano sarà alla guida della Delegazione. Il Simposiarca Fasciano e lo chef Graziano Cattaneo hanno concordato un particolare menu sul tema ecumenico confermando la ben nota abilità dello chef, con piena soddisfazione dei convenuti. Una particolare menzione per il tortello alla farina di castagne ripieno ai funghi porcini e il medaglione di cervo ai profumi del sottobosco con zucca speziata al forno con burro montato e nocciole (foto 4). Ottimi i vini serviti e il servizio in sala. L’ Accademica Chiara Narder-Mariotto ha tenuto una eccellente relazione sul tema ” La generosità del bosco”. A conclusione della serata un caloroso applauso è stato tributato allo chef e al suo staff.

CENA ECUMENICA 2021 - Carpi-Correggio

21 October 2021,

Nel corso della Cena Ecumenica la Delegazione di Carpi-Correggio ha consegnato a Davide Forghieri, patron dell'Osteria Emilia di Campogalliano, il premio "Giovanni Nuvoletti" che annualmente viene attribuito al ristoratore che abbia contribuito in modo significativo alla conoscenza e alla valorizzazione della buona tavola tradizionale regionale. Nel consegnare la pregevole opera grafica, Pier Paolo Veroni, Delegato di Carpi-Correggio e Coordinatore delle Delegazioni dell'Emilia, ha sottolineato l'innovazione portata in cucina dal ristoratore di Campogalliano che riesce a reinterpretare piatti tradizionali con sempre nuove accattivanti variazioni (in foto 1, la premiazione). Durante la serata, gli attori del Gruppo Teatrale Mandriolo di Correggio hanno interpretato alcuni brani del volume edito dall'Accademia "Storia della cucina italiana a fumetti" ed è stato inoltre presentato dal Direttore CST Emilia, Elisabetta Barbolini, il recentissimo volume della Biblioteca di Cultura Gastronomica "Il bosco e il sottobosco. Castagne, funghi, tartufi, frutti di bosco nella cucina della tradizione regionale". In questa speciale occasione sono state consegnate anche le insegne associative al nuovo Accademico Antonio Barone.

CENA ECUMENICA 2021 - Cesena

21 October 2021,

La cena ecumenica della Delegazione di Cesena si è svolta presso il “Molino d’Ortano” di Linaro di Mercato Saraceno, agriturismo situato in un ampio parco naturale dell’Appennino cesenate. Nel corso della riunione conviviale la prof.ssa Alessandra Zambonelli dell’Università di Bologna ha tenuto una brillante relazione sul tema “Funghi e tartufi dal bosco alla tavola” (Foto 1). Dopo il tradizionale aperitivo di benvenuto, è stato servito un ricco menu a base di tartufi (foto 2), funghi porcini (foto 3) e altri prodotti del bosco, tutti di provenienza locale. Al termine della serata, molto riuscita e partecipata, il Delegato Claudio Cavani ha consegnato alla titolare del Molino d’Ortano, Ombretta Farneti, il guidoncino della Delegazione (Foto 4).

CENA ECUMENICA 2021 - Chieti

21 October 2021,

Per la Cena Ecumenica 2021 la Consulta della Delegazione di Chieti ha scelto di affidarsi alla famiglia Tinari, da tre generazioni proprietaria del ristorante "Villa Maiella" che ha di recente rinnovato il sempre raffinato locale. A Guardiagrele, sotto le pendici del massiccio della Majella, ambiente perfetto per il tema dell'anno dedicato ai frutti del bosco e del sottobosco, Peppino e Angela Tinari, insieme ai figli Arcangelo (chef) e Pascal (sommelier e direttore di sala), hanno reinterpretato con rigore la tradizione abruzzese con piatti in cui i profumi del bosco si sono straordinariamente amalgamati in sapienti portate che hanno incontrato il favore entusiastico di accademici e ospiti, tra i quali il prefetto di Chieti, Armando Forgione (in foto 1 con il Delegato Nicola D’Auria e il Vice Presidente vicario Mimmo D’Alessio). In particolare, la Consulta ha lanciato una sfida allo chef di casa, chiedendo una reinterpretazione di una carne molto apprezzata in Abruzzo ma poco proposta, il coniglio: il risultato è stato un’esaltante carne porchettata che ha stuzzicato le papille gustative di tutti. La dotta relazione dell'accademico Francesco D'Alessandro (foto 2) sui frutti del bosco in Abruzzo, ha disegnato la cornice di fondo di una conviviale di grande pregio. Foto 3. La brigata di cucina e di sala. Foto 4. Ravioli del plin d'anatra e brodo di porcini.

CENA ECUMENICA 2021 - Colli Euganei- Basso Padovano

21 October 2021,

Il tradizionale appuntamento della Cena Ecumenica è stato impreziosito dalla presenza del dott. Giorgio Andrian, il consulente che ha raggiunto lo straordinario risultato di aver portato Padova nella Lista del patrimonio mondiale Unesco come “Urbs picta”, città dell’affresco. La Delegazione Colli Euganei-Basso Padovano, insieme a questo eccezionale ospite di livello internazionale, ha celebrato il tema di quest'anno che lo chef del ristorante La Cantinetta di Torreglia ha declinato in un menu ricchissimo combinando tutti gli elementi del bosco e sottobosco. Foto 1. La Delegata Susanna Tagliapietra e il dott. Giorgio Andrian mostrano con orgoglio la mappa dei siti World Heritage dell'Unesco. Foto 2. Un tavolo di Accademici. Foto 3. La brigata di cucina della Cantinetta di Torreglia. Foto 4. Calamarata in crema di topinambur con chiodini in agrodolce, polvere di nocciole e caffè.

CENA ECUMENICA 2021 - Colonia

21 October 2021,

Dopo più di un anno la Delegazione si è riunita, questa volta, al ristorante "Da Damiano" per una serata speciale contrassegnata anche dal passaggio della campana da Maryann Palm al nuovo Delegato Vincenzo Pennetta (foto 1). Simposiarca dell’importante evento accademico, la past Delegata Palm ha confermato una encomiabile capacità organizzativa e uno spirito di servizio che dimostrano il suo leale affetto verso l'Accademia. Il nuovo Delegato Pennetta, nel suo discorso programmatico, ha evidenziato l'importanza di continuare a essere degli ambasciatori della cucina italiana all'estero; l'Italia possiede un patrimonio di beni enogastronomici unico al mondo caratterizzato da una differenziazione di gusto derivante da un insieme di fattori storici e geografici e questo sarà uno dei temi che il Delegato cercherà di sviluppare con il supporto degli Accademici. L'occasione è stata allietata, inoltre, dalla presenza del Console Generale di Colonia, il Dott. Luis Cavalieri, non nuovo nel mondo dell'Accademia (in foto 2, primo da destra). Lo chef Damiano Pizzichetti (in foto 3 con il Delegato) ha reso onore al tema della serata "Il Bosco e il Sottobosco" cercando di avvicinare e amalgamare i molteplici ingredienti in un ricco menu (foto 4).

CENA ECUMENICA 2021 - Cortina d'Ampezzo

21 October 2021,

La Delegazione di Cortina d’Ampezzo ha scelto quest’anno la locanda “Al Capriolo” di Vodo di Cadore per celebrare la cena ecumenica: è questo uno dei ristoranti più tradizionali della zona che ha nella sua cucina una particolare predilezione per i prodotti del bosco e del sottobosco, tema della serata. Il menu in tavola, seguito dai Simposiarchi Renato Pesavento e Luigi Alverà, è stato un susseguirsi di aromi, profumi, sapori dei boschi. Ha inoltre partecipato alla serata il dott. Michele Da Pozzo, Direttore del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, che ha raccontato ai presenti di un bosco nuovo creatosi dopo la tempesta Vaia del 2018 che ne ha cambiato orizzonti e territori e che se l’uomo saprà operare saggiamente potrà ritrovare nel tempo l’equilibrio perduto. In questa occasione è stato attribuito il premio “Massimo Alberini” alla signora Rita della “Piccola Gastronomia” di Vodo di Cadore che prepara da sempre con passione i piatti della tradizione, con cura ed amore per i prodotti del territorio. Foto 1. Delegata Monica De Mattia, i Simposiarchi Pesavento e Alverà, dott. Da Pozzo, la signora Rita. Foto 2. La consegna del Premio Alberini. Foto 3-5. Le “fragranze del bosco”; crema di funghi di bosco con panna acida e crostini; tartelletta al saraceno, frutti di bosco e sorbetto al sambuco.

CENA ECUMENICA 2021 - Cosenza con Crotone

21 October 2021,

Le Delegazioni di Cosenza e Crotone hanno condiviso l’organizzazione della riunione conviviale ecumenica con tema “Il bosco e il sottobosco. Castagne, funghi, tartufi, frutti di bosco nella cucina della tradizione regionale” scegliendo il ristorante Hyle del Biafora Resort, sito a San Giovanni in Fiore, nel cuore della Sila (foto 1). Un’esperienza sensoriale che ha centrato l’obiettivo prefissato di restituire l’odorosa fragranza che accoglie la camminata del bosco: castagni e noci con i loro frutti, funghi, more, fragoline e lamponi (foto 2, riso riserva san Massimo al caprino, tartufo, castagne e ginepro). Come segno di riconoscimento e di apprezzamento, la Delegazione di Cosenza ha consegnato allo chef Antonio Biafora il piatto dell’Accademia (foto 3). Particolarmente apprezzate le testimonianze degli Accademici Nicodemo Librandi e Gerardo Sacco (foto 4).

CENA ECUMENICA 2021 - Cuneo-Saluzzo

21 October 2021,

Gli Accademici della Delegazione Cuneo-Saluzzo ed i loro graditi ospiti si sono incontrati per celebrare la Cena Ecumenica presso il ristorante "Da Matteo" di Narzole (CN). Il menu, curato dal Simposiarca Michele Gregorio, ha rispecchiato fedelmente il tema dell’anno. Molto apprezzata la carne all'albese, impreziosita dal tartufo bianco che, nel corso di questa annata, rappresenta una vera rarità. Il prezioso tubero è comunque stato reperito in quantità sufficiente grazie all'impegno dello chef Matteo Gandino. Ottimo il dessert Monte Bianco di castagne. Nel corso della riunione il Delegato Ferruccio Franza e gli Accademici hanno dato il benvenuto al neo Accademico Oscar Benessia. Gradito ospite della serata il Tesoriere della Delegazione di Muggia-Capodistria Augusto Debernardi, accompagnato dalla gentile signora. Nelle foto alcuni momenti del riuscito convivio che ha raccolto il favore convinto dei partecipanti.

CENA ECUMENICA 2021 - Den Haag-Scheveningen

21 October 2021,

Grande successo per la Cena Ecumenica della Delegazione di Den Haag-Scheveningen grazie ai cuochi Benedetta Paolinelli, Mattia Piras, Danny Russo e al sommelier/gestore Tellis Muca del ristorante “La Passione”. Durante la serata è stato consegnato il Diploma di Buona Cucina, accolto dai ristoratori con orgoglio e gioia.  Il ristorante “La Passione” ha dimostrato anche in questa occasione di meritare il prestigioso riconoscimento dell’Accademia confermandosi il miglior locale italiano dell’Aia. Foto 1. Il Delegato Ciro Pernice consegna il premio. Foto 2. Presentazione del tema “Funghi e frutti di bosco e dune nei Paesi Bassi”. Foto 3. Antipasto (petto di fagiano affumicato, gel di mirtillo, crumble di noci, spugna di erbe). Foto 4. primo piatto (funghi porcini, polenta mantecata al pecorino di grotta, uovo pochè).

CENA ECUMENICA 2021 - Faenza

21 October 2021,

La Delegazione di Faenza ha celebrato la tradizionale Cena Ecumenica al ristorante La Madia di Granarolo Faentino. I Simposiarchi Alberto Castellari e Tiziano Rondinini (in foto 1 con i cuochi Bucci Francesco e Matteo) hanno proposto un menu in perfetta sintonia con il tema ecumenico dell'anno. L’evento è stato allietato dalla consegna delle insegne accademiche a Roberta Giacinti e Giovanna Maltoni (foto 2) e dell'attestato per i venticinque anni di appartenenza a Giovanni Zauli da parte dei quattro Accademici ultra venticinquennali Giorgiomaria Cicognani, Andrea Fabbri, Tomaso Emaldi e Massimo Gargiulo (foto 3). L'Accademico Fabio Castellari ha fornito interessanti informazioni sui vini serviti. Foto 4. Flan di zucca con sfiandrine, porcini e formaggio di fossa; orecchioni di castagne con frutta secca tostata e gocce di saba; tagliatelle di farina macinata a pietra al ragù di lepre; cervo in salmì con frutti di bosco e polenta; torta di patate al tartufo e zabaione.

CENA ECUMENICA 2021 - Garfagnana-Val di Serchio

21 October 2021,

La Cena Ecumenica della Delegazione Garfagnana-Val di Serchio si è tenuta presso il ristorante, bar e piccolo albergo, Col D'Arciana (Castiglione di Garfagnana), situato sulla Strada Provinciale che porta al Passo delle Radici, gestito per tre generazione dalla famiglia del titolare Adelmo Rossi. Ha mantenuto nel tempo la caratteristica di una cucina casalinga basata sui prodotti locali del sottobosco, funghi, castagne, mirtilli e lamponi, nonché asparagi e noci, uniti insieme alla cacciagione. Ottimo il servizio, cortese e veloce, eccellente il rapporto qualità prezzo. Foto 1. Il Delegato Ezio Pierotti consegna la vetrofania al titolare Rossi. Foto 2 e 3. Due piatti tipici del ristorante: bruschetta con funghi trifolati e insalata di funghi porcini.