Tu sei qui

Saliera (La)

Delegazione: 
ROMA EUR
Comune: 
ROMA
Provincia: 
Roma
Indirizzo: 
Via Pontina, 401 00128 Roma (RM)
Telefono: 
06.50781139
Genere del locale: 
Ristorante - Pizzeria
Chiusura: 
mai
Ferie: 
metà agosto
Gestione: 
Gianni Porfidi
In cucina: 
Igor Bereghigi
Costo: 
€ - fino a 35 euro
Carte di credito: 
American Express
CartaSì/Visa/MasterCard
Coperti: 
180
Coperti in più all’aperto: 
120
Parcheggio: 
Privato del ristorante o garage convenzionato
Notizie di particolare interesse: 
Il locale è ubicato in una bella villa, corredata da un ampio parco, a poca distanza dall’Eur; un piccolo angolo di paradiso, alle porte di Roma, impensabile da trovare solo a pochi passi da una delle vie di comunicazione più trafficate della Regione (la via Pontina).
La cucina, di chiara impostazione italiana, di terra e di mare, risulta delicata e curata ma soprattutto genuina. Anche pizzeria.
Piatti tipici: 
moscardini alla moda di Civitavecchia (moscardini affogati nell’acqua di cottura con aromi mediterranei)
spaghetti al tonno fresco con olive nere e capperi
gnocchetti sardi con gamberi, caviale e crema di tartufo
ravioli di melanzane con pomodorini Pachino e basilico
stinco di vitella al forno in bellavista
torta di mele con salsa in riduzione di vino rosso
Piatto da non perdere: 
tonnarelli alla cicoria, pecorino romano e rosmarino
Nome della ricetta: 
ravioli di melanzane con pomodorini Pachino e basilico
Ingredienti: 
PER LA PASTA
150 g di farina 00
50 g di semola rimacinata di grano duro
2 uova
un pizzico di sale
PER IL RIPIENO
200 g di melanzane
250 g di patate
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano
1 spicchio d’aglio
qualche foglia di basilico fresco
un pizzico di origano secco
sale e pepe: q.b.
1 dl di olio extravergine di oliva
un pizzico di scorza grattugiata di limone
PER IL CONDIMENTO
250 g di pomodorini Pachino
1 spicchio d’aglio
un pizzico di peperoncino
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale: q.b.
Procedimento: 
Per preparare la pasta, radunare in una ciotola la farina e il sale. Mescolare il tutto. Sgusciare le uova e incominciare a impastare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Formare una palla, disporla su una spianatoia infarinata con la semola e coprirla con un telo da cucina. Lasciar riposare la pasta per almeno 20 minuti.
Per preparate il ripieno, eliminare la buccia delle melanzane con un pelapatate e tagliarle a tocchetti. Scaldare 1 cucchiaio d’olio in una padella assieme a uno spicchio d’aglio in camicia. Versarci dentro le melanzane, salare, pepare e coprire con un coperchio. Abbassare il fuoco e lasciar cuocere le melanzane fino a quando saranno tenere, mescolando di tanto in tanto. Eliminare l’aglio e lasciar raffreddare. A parte, far bollire le patate, lasciarle raffreddare, pelarle e passarle con il passapatate.
Mescolare le melanzane, le patate, il basilico tritato, l’origano, il Parmigiano e amalgamare il tutto con la forchetta. Profumare il ripieno dei ravioli con un po’ di scorza di limone.
Stendere la pasta con un mattarello oppure con l’apposita macchinetta per tirare la pasta fino a ottenere una sfoglia sottile. Infarinare con la semola ogni qualvolta sia necessario.
Prelevare dei cucchiaini abbondanti di ripieno e disporli in modo equidistante l’uno dall’altro su un foglio di pasta. Adagiarvi sopra un altro foglio di pasta e sigillare bene il ripieno picchiettando i bordi in modo che non si formino bolle d’aria. Tagliare poi i ravioli con uno stampino. Infarinarli con la semola e riporli su un vassoio man mano che vengono formati.
Scaldare 3 cucchiai d’olio in una padella assieme all’aglio e al peperoncino. Versarci dentro i pomodorini tagliati precedentemente a metà, abbassare il fuoco e lasciarli cuocete fino a quando non si saranno ammorbiditi. Aggiustare di sale.
Nel frattempo portare a bollore in una pentola abbondante acqua salata e cuocere i ravioli per 5 minuti. Raccoglierli con un mestolo forato e versarli direttamente nella padella con il condimento di pomodorini. Farli saltare per insaporirli bene e servire immediatamente.
Servire i ravioli di melanzane accompagnandoli con una bella grattugiata di Pecorino stagionato e foglie di basilico fresche.
Valutazione: