Tu sei qui

La notte Bianca del Cibo italiano in onore di Pellegrino Artusi

Dalla via Emilia in tutta Italia e oltreoceano il 4 agosto si festeggia il padre della gastronomia italiana con eventi, mostre e degustazioni, fra arte, cultura e buona tavola
 

        

Presentato a Forlimpopoli il gran tour della Notte Bianca del Cibo italiano, iniziativa fortemente voluta dai Ministeri dei Beni e delle attività Culturali e quello delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per la notte del 4 agosto, ricorrenza della nascita di Pellegrino Artusi. L’iniziativa è stata indetta per valorizzare nel 2018 Anno del Cibo Italiano, lo straordinario patrimonio enogastronomico nazionale. Un tour che, a partire da Rimini a Piacenza passando per Bologna, attraverserà gran parte dell’Emilia-Romagna e del Paese.
La Notte tributo ad Artusi (Forlimpopoli 1820/Firenze 1911) riconosce ed esalta il suo ruolo da perfetto testimonial nel mondo. Artusi infatti, con il ricettario La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, aggregò per la prima volta la cucina italiana raccogliendo e sintetizzando le mille tradizioni locali esaltandone basi comuni e diversità. Un ‘manuale artusiano’ tradotto in moltissime lingue per chi ama o vuole conoscere la cultura italiana.
Saranno tantissimi  gli eventi dedicati e i luoghi coinvolti sulla ‘Via Artusiana’ che da Forlimpopoli arriva a Firenze. E il Capoluogo toscano, città di adozione del grande gastronomo romagnolo, non poteva mancare, con un focus dedicato a Pellegrino Artusi e la sua Cucina che si terrà nel Mercato Centrale in San Lorenzo, ritrasmesso in diretta da Radio Toscana, in collaborazione con l’Accademia Italiana della Cucina.
Tra le nostre Delegazioni, anche la Delegazione di Carpi - Correggio ha organizzato, per l'occasione, una cena sotto le stelle nel suggestivo giardino della Casa del Correggio in cui racconterà la figura e l’opera di Pellegrino Artusi.


 


 

27/07/2018